Espresso italiano nello spazio ad aprile con Lavazza

L’espresso italiano va in orbita. A partire dal mese di aprile anche gli astronauti della Stazione spaziale internazionale potranno bere un caffè nello spazio, a 400 chilometri dalla terra e zero gravità. Lo ha annunciato Giuseppe Lavazza, vice presidente del gruppo, nel corso della presentazione del cluster del Caffè di Expo che si è tenuta oggi a Milano. Al progetto ‘ISSpresso’ (da Iss, stazione spaziale internazionale) hanno lavorato per oltre un anno, in collaborazione con l’Agenzia spaziale italiana, Lavazza e Argotec, azienda aerospaziale con sede a Torino. La prima macchina per caffè espresso a capsule, in grado di lavorare in condizioni estreme come quelle dello spazio, è pronta per raggiungere la stazione spaziale. Il modello è stato studiato dagli ingegneri di Argotec per poter estrarre il caffè in tutta sicurezza anche in assenza di gravità, al posto dei bicchieri gli astronauti gusteranno il loro espresso da appositi sacchetti. Tra chi berrà il primo caffè in orbita ci potrebbe essere anche l’italiana Samantha Cristoforetti, capitano dell’Areonautica militare che partecipa alla missione Futura. Milano, 31 marzo 2015. ANSA/LAVAZZA/FABRIZIO ESPOSITO

+++ ANSA PROVIDES ACCESS TO THIS HANDOUT PHOTO TO BE USED SOLELY TO ILLUSTRATE NEWS REPORTING OR COMMENTARY ON THE FACTS OR EVENTS DEPICTED IN THIS IMAGE; NO ARCHIVING; NO LICENSING +++