Vino: vendite in ripresa nella GDO

vinogdoNel 2014 le vendite di vino nella Grande distribuzione hanno invertito la tendenza negativa degli ultimi anni, facendo ben sperare anche per il 2015. Il dato globale 2014 del vino confezionato fino a 75cl segna un +1,5% a valore e un +0,2% a volume, mentre le bottiglie da 75cl a denominazione d’origine hanno registrato un +1,3% in valore e un -0,7% a volume, a fronte del -3,2% del 2013.
I dati relativi al primo bimestre 2015 evidenziano vendite pari a 78 milioni di litri di vino con un aumento dell’1,3% in volume e dell’1,9% in valore rispetto allo stesso periodo del 2014. Il solo vino in confezione da 75 cl ha segnato una crescita ancora maggiore: +4,4% in volume e +5,2% in valore.
La ricerca Iri presentata a Vinitaly vede confermarsi in vetta alla classifica dei vini più venduti nella Grande distribuzione Chianti e Lambrusco, che da anni conquistano le prime posizioni del podio, anche se mostrano una flessione delle vendite a volume rispettivamente del 4,2% e del 6,1%. Al terzo posto c’è il Vermentino (+2,7%), un bianco che continua a crescere di anno in anno, e buone sono le performances di Prosecco (+5,7%), Nero d’Avola (+5,3%), Muller Thurgau (+5,2%) e Traminer (+11,4%).
Tra i vini “emergenti”, con maggior tasso di crescita nel corso del 2014, si segnalano i vini marchigiani/abruzzesi Pecorino (+32,5% in volume) e Passerina (+28,3%), il siciliano Inzolia (+22,2%) e il laziale Orvieto (+9,1%).