Mipaf: a breve decreti attuativi Testo Unico Vino

Entro poche settimane dal Ministero delle Politiche agricole arriveranno i primi decreti attuativi al Testo Unico del vino, il documento che per la prima volta unifica tutte le disposizioni che disciplinano la materia del comparto vitivinicolo. Lo ha annunciato  il vice ministro delle Politiche agricole Andrea Olivero, che ha aperto i lavori del convegno promosso dall’Associazione Italiana Sommelier (Ais) per fare un’analisi del settore alla luce del nuovo Testo, insieme a tutti i rappresentati della filiera. ”Stiamo lavorando intensamente sui 36 decreti attuativi del Testo Unico del vino – ha detto Olivero – credo che si possa rassicurare tutti sul fatto che non ci saranno ritardi; la macchina è partita, tutto è attivato ci siamo divisi i compiti, le carte non stanno dormendo nei cassetti. Diciamo che entro l’autunno potremmo aver terminato il lavoro”.
Il vice ministro ha ricordato l’importanza dei decreti attuativi, ”dovrà essere un lavoro molto puntuale soprattutto per il sistema dei controlli dove occorre trovare un punto di equilibrio, perchè se qualche cosa in meno significa lasciare spazio ad un calo della qualità, qualche cosa in più invece è mantenere la burocrazia attuale”.
L’Ais, come ha detto il presidente Antonello Maietta, punta ad essere un valido interlocutore per le istituzioni in questa fase di lavoro, mentre il presidente di Assoenologi, Riccardo Cotarella auspica che il testo venga recepito al meglio dal mondo del vino. ”Si tratta di leggerlo e capirlo bene – ha detto – e di adeguarsi alle nuove regole scritte per dare maggiore credibilità al settore”. Piero Mastroberardino, presidente del Gruppo Vino di Federvini e dell’Istituto Vino Italiano di Qualità-Grandi Marchi ha chiesto infine al vice ministro di avere un’unica stanza di ascolto per accorciare il più possibile i tempi per l’attuazione dei decreti.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!