Da Microsoft un sistema per individuare pesca di frodo

Il co-fondatore di Microsoft Paul Allen, preoccupato per la pesca illegale che impoverisce i mari a livello globale, spenderà 40 milioni di dollari per sviluppare un sistema che utilizza immagini satellitari e software di analisi dei dati per aiutare i paesi a individuare e catturare barche da pesca senza licenza. Il sistema si chiamerà SkyLight, ed è al momento in fase di test nelle acque dell’isola Palau nel Pacifico e al largo del Gabon. Secondo le previsioni sarà disponibile per la metà del 2018.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code