Da Sacmi un nuovo laboratorio per l’Internet of things

Sacmi realizzerà un nuovo laboratorio di ricerca interamente dedicato alle tematiche di Industry 4.0 e Internet of Things. La proposta, presentata alla Regione Emilia-Romagna nell’ambito del bando per l’attrazione degli investimenti in settori avanzati dell’industria regionale, ha ricevuto il via libera di viale Aldo Moro insieme ad altri cinque progetti presentati da altrettante aziende in diversi settori.
Particolarmente ambizioso è l’obiettivo dell’iniziativa: costituire un “hub” aperto, capace di sviluppare e coordinare progetti anche per conto terzi, in ambiti strategici di Industria 4.0 quali lo sviluppo di software per la simulazione digitale, sistemi di simulazione delle reti e simulazione elettronica. Tre milioni di euro l’investimento previsto, cofinanziato al 50% dalla Regione, mentre il personale della struttura sarà composto, in parte, da risorse già in forze al Centro Ricerche di Imola su progetti riguardanti Industry 4.0. Accanto a questi, una ventina di nuovi assunti tra ingegneri informatici, ingegneri per l’automazione, ingegneri elettronici ed esperti in big data analytics.
Fare da ponte tra sistema della ricerca pubblica e privata e tessuto economico locale è tra gli obiettivi strategici del percorso, che ha superato la fase uno prevista dal bando. Già nei primi mesi del 2018 è previsto l’avvio concreto del progetto dopo le verifiche tecniche da parte della Regione Emilia-Romagna che ha sottolineato, con il presidente Stefano Bonaccini, l’utilità di queste iniziative per favorire “l’attrattività complessiva del nostro sistema”, attirando “risorse e idee in settori avanzati dell’Industria 4.0 ma anche saperi che si mescolano alle grandi capacità professionali, di ricerca e innovazione che le nostre aziende sono in grado di esprimere”.
Ampia sinergia sarà sviluppata tra il nuovo Laboratorio e Academy 4.0, il progetto trasversale a tutti i business aziendali lanciato due anni fa da Sacmi per costituire un luogo fisico di incontro e confronto sui temi dell’innovazione e della smart industry. Compito specifico del Laboratorio “Internet of Things” sarà quello di governare i processi di trasferimento tecnologico in particolare nei settori dell’automazione, dei sistemi di ispezione, dell’ICT. Tra gli obiettivi del percorso, anche la costituzione di una “vetrina” ad uso degli studenti del territorio, desiderosi di completare in questi ambiti il proprio percorso di formazione ed avviamento al lavoro.