Cobolli Gigli (Federdistribuzione): concorrenza sleale dell’e-commerce

Giovanni Cobolli Gigli

Le vendite al dettaglio negli ultimi mesi mostrano un andamento altalenante che evidenzia l’instabilità del mercato. Giovanni Cobolli Gigli Presidente di Federdistribuzione evidenzia lp’andfamenyo delle vendite per la distrtibuzione. “I dati Istat sul commercio al dettaglio nel mese di novembre 2017 registrano un incremento dell’1,4% rispetto a novembre 2016 nelle vendite a valore, con l’alimentare al 2,0% e il non alimentare all’1,1%”.
Questa tendenza alimenta incertezze perchè “ende difficile consolidare una prospettiva per il futuro e non aiuta le imprese nelle decisioni di investimento in una fase delicata, con forti cambiamenti nella domanda dei consumatori, innovazioni tecnologiche che incidono sull’organizzazione d’impresa e il dirompente impatto delle vendite online, un mondo che opera con vantaggi fiscali e al di fuori delle regole che limitano promozioni e sottocosto nel commercio fisico e che quindi determina condizioni di concorrenza sleale”.