Vino: Cecchi si estende a Montalcino

La Famiglia Cecchi, società con sede nel Chianti Classico e operante anche in Maremma, a San Gimignano e in Umbria nella zona del Sagrantino di Montefalco, entra a Montalcino nel mondo del Brunello.  Proprio qui, infatti, Cesare e Andrea Cecchi hanno concluso l’acquisizione di vigneti adatti alla produzione di Brunello e Rosso di Montalcino. Si tratta di vigne localizzate nella zona di San Polo e di Castelnuovo dell’Abate, per una superficie complessiva di circa sei ettari. Completano la proprietà altre superfici coltivate a uliveto e cereali per un totale di 8,5 ettari. La Cantina, nei pressi della Abbazia di Sant’Antimo, diventerà il centro aziendale della nuova Tenuta di famiglia e comprende anche una zona che sarà destinata alla ospitalità enoturistica.
“Siamo molto contenti di questa nuova acquisizione a Montalcino” spiega Cesare Cecchi in una nota ufficiale, “anche perché cade nell’anno della ricorrenza dei 125 anni di attività della Cecchi, fondata da mio bisnonno nel 1893. Si tratta di un progetto a lungo respiro, che conferma la volontà della nostra azienda di seguire direttamente ogni fase della filiera, dalla vigna alla bottiglia, partendo da vigneti di proprietà. Come in altre recenti acquisizioni (Villa Rosa nel Chianti Classico ndr), le nostre scelte sono sempre mirate a zone valorizzate, individuando superfici vitate poste in terreni ed esposizioni di eccellenza dove esaltare il concetto di territorialità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code