IMA archivia un positivo 2017

Crescite a doppia cifra per il Gruppo IMA, leader mondiale nelle macchine automatiche per il confezionamento,  che ha archiviato il 2017 con ricavi netti pari a 1.444,7 milioni di euro (+10,2% rispetto a 1.310,8 milioni al 31 dicembre 2016).
La quota export è stata superiore all’88%, con un incremento  in tutte le aree del mondo, in particolare in Europa, America del Nord e negli altri paesi extraeuropei. In sensibile crescita il margine operativo lordo (Ebitda) che ha raggiunto i 207,3 milioni di euro (+15,7% sul 2016) e l’utile operativo (Ebit) salito a 165,2 milioni di euro (+16,9%).
L’utile dell’esercizio è risultato invece pari a 99,4 milioni di euro, sostanzialmente in linea con i 101,4 milioni nel 2016. Buoni i risultati anche per quanto concerne l’indebitamento finanziario netto,  pari a 50,1 milioni di euro, in netta diminuzione rispetto ai 99,9 milioni al 2016. Il dato include l’esborso complessivo di 47,6 milioni di euro per l’acquisizione di IMA MAI, Mapster, Eurosicma, saldo Medtech e per l’acquisizione della minoranza di Atop.
L’elevata consistenza del portafoglio ordini consolidato al 31 dicembre 2017 pari a 866,8 milioni di euro (+13,1% sul 2016), cresciuto anche nei primi due mesi del 2018, fa prevedere un altro anno di importanti sviluppi, con ricavi che potrebbero raggiungere il traguardo dei 1.550 milioni di euro.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code