Caffè: un disciplinare per l’espresso tradizionale italiano

Il Consorzio di tutela del caffè espresso italiano tradizionale, il Comitato Italiano del Caffè e l’INEI nei giorni scorsi hanno definito il Disciplinare del caffè espresso italiano tradizionale che detta le buone regole per ottenere la massima qualità di un espresso italiano tradizionale preparato nei bar o nelle caffetterie e che andrà ad integrare il Dossier alla Commissione Italiana Unesco per la candidatura a patrimonio immateriale dell’umanità.
Giorgio Caballini di Sassoferrato, Presidente del Consorzio di tutela del caffè espresso italiano tradizionale ci tiene a precisare che: “E’ stato un lavoro costruttivo che ha visto per la prima volta impegnate insieme importanti realtà del mondo del caffè per raggiungere un obiettivo condiviso al fine di offrire qualità e tradizione alla grande maggioranza dei cittadini italiani che considerano il caffè espresso italiano tradizionale parte integrante del loro patrimonio e identità nazionale. Un esempio per tutto il sistema Paese a difesa della nostra identità Culturale e del tessuto economico. Ringrazio il Presidente Cerutti che ha creduto in questo progetto e tutti coloro che hanno contribuito alla sua realizzazione”.

Qui il testo del disciplinare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code