Nestlè e IAB interessate a IllyCaffè

L’agenzia di stampa Bloomberg riporta che sia il gruppo  JAB (proprietario della compagnia del caffè Douwe Egberts), sia il gruppo Nestlé (proprietario dei marchi Nescafé e Nespresso), abbiamo fatto delle avances per l’acquisizione di Illycaffè, appartenente alla omonima famiglia triestina  In una dichiarazione Andrea Illy, presidente della società triestina del caffè, definisce  “inappropriata” l’ipotesi di un’acquisizione . Ammette che ci sono contatti regolari con JAB, Nestlé e altre parti per discutere questioni come il caffè e la salute, gli adeguamenti ai cambiamenti climatici e gli standard di mercato, ma non eventuali ipotesi di cessione.  

llycaffè è un’azienda familiare italiana, fondata a Trieste nel 1933, che da sempre si prefigge la missione di offrire il miglior caffè al mondo. Produce un unico blend 100% Arabica, combinando 9 delle migliori qualità al mondo: ogni giorno vengono gustate 7 milioni di tazzine di caffè illy nel mondo in oltre 140 Paesi, nei migliori bar, ristoranti e alberghi, nei caffè e nei negozi monomarca, e naturalmente a casa. illy è considerato ‘l’alfiere dell’espresso’ e, grazie a importanti innovazioni radicali, è il leader nella scienza e tecnologia del caffè.   La illycaffè, ha avuto un fatturato consolidato 2017 pari a a 467 mio/€ , occupa oggi 1.290 dipendenti a livello globale, esporta per il 65 per cento del fatturato. Si consolida anche il canale retail internazionale che conta in tutto il mondo, tra franchising e proprietà, 244 negozi (167 illy Caffè e 77 illy Shop).

Illy Group, oltre a illycaffè, controlla altre società che operano sui mercati del tè e cioccolato come  Dammann Fréres per il tè (33,5 milioni di ricavi nel 2017) e Domori per il cioccolato  (circa 17 milioni di euro lo scorso anno).   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code