Domani a Milano inaugura Starbucks

L’esterno della caffetteria Starbucks di Milano

Starbucks lancia la sfida al caffè all’italiana. Domani alle 9 aprirà nel cuore di Milano, in Piazza Cordusio nell’ex palazzo delle Poste, il primo store della catena Usa nel nostro Paese. Il locale ha uno stile particolare e ben diverso da quello caratteristico degli altri negozi della multinazionale. Noi lo abbiamo visitato in anteprima per voi.
Si tratta di una “Reserve Roastery”, vale a dire una torrefazione a vista una specie di fabbrica del caffè.
Insomma ci troviamo in n grande loft post-post-industriale tutto legno e ottone, con tocchi art nouveau e la luce naturale che sgocciola dall’alto. Al centro della sala una grande tostatrice Scolari che sforna chicchi di sola Arabica di alta qualità provenienti dalle coltivazioni etiche di una trentina di Paesi differenti.
Il caffè si potrà bere all’italiana, e si assicura che si tratta di un vero espresso, oppure con metodi di torrefazione ed estrazione che moltiplicheranno le esperienze di degustazione: il Chemex, il Siphon, il Colver, il ModBra, il Coffee Press.
Ci sono anche un bancone con le focacce e i dolci di Princi, un angolo destinato al gelato artigianale, uno «scooping bar» in cui acquistare confezioni di caffè appena tostato da portare a casa, un american bar su un soppalco.
Insomma uno Starbucks molto meno Starbucks e molto più Caffè all’italiana.