Bond da 25 milioni per finanziare ricerca e sviluppo di De Cecco

De Cecco lancia bond per 25 milioni di euro. Il gruppo abruzzese, leader in Italia e nel mondo nella produzione e distribuzione di paste alimentari secche ed altri prodotti alimentari nel segmento Premium, ha perfezionato l’emissione di due prestiti obbligazionari per finanziare il suo piano di crescita nei prossimi anni. Le risorse verranno utilizzate per investimenti in ricerca, sviluppo, innovazione, tutela dell’ambiente ed efficientamento energetico. L’operazione è stata promossa da Banca Popolare di Bari in qualità di advisor, arranger e collocatore unico e ha visto il coinvolgimento della Studio Legale Orrick come advisor legale. In particolare, la capogruppo Fratelli De Cecco di Filippo ha emesso un prestito obbligazionario senior unsecured di 21 milioni di euro che è stato sottoscritto da quindici investitori e ammesso alla quotazione nel segmento ExtraMot Pro di Borsa Italiana. Cassa depositi e prestiti, anchor investor dell’operazione, ha sottoscritto il bond per un controvalore di 12,5 milioni di euro; altri sottoscrittori sono: Ersel Sim, Consultinvest Asset Management Sgr, Confidi Systema! Sc, Volksbank e la stessa Banca Popolare di Bari. L’obbligazione, emessa alla pari, ha una durata di sei anni e un piano di rimborso “tailor made”. Un altro prestito obbligazionario senior unsecured quinquennale di 4 milioni di euro, non quotato, è stato sottoscritto da un unico investitore professionale. “L’emissione di due nuovi prestiti obbligazionari – dichiara Filippo Antonio De Cecco, presidente del Gruppo – dimostra ancora una volta il forte interesse che gli investitori istituzionali, e più in generale il mercato, manifestano nei confronti della nostra realtà e nelle strategie di sviluppo che il management sta implementando, con particolare riferimento all’ulteriore processo di internazionalizzazione nel solco di uno stretto connubio tra tradizione ed innovazione”.
De Cecco, fondata nel 1886 a Fara San Martino, ha un fatturato di circa 450 milioni di euro, un Ebitda di circa 50 milioni di euro e un utile netto di 13 milioni di euro.