Fatturato in aumento per Metro Italia

Metro Italia chiude l’anno fiscale 2017/18 in leggera crescita. Il giro d’affari della società appartenente al gruppo tedesco Metro Ag ha incassato 1,74 miliardi di euro, con una progressione dell’1,4 percento. In evidenza, tra i vari canali di vendita di Metro Italia, quello di consegna a domicilio , dove ha raggiunto i 264 milioni di ricavi con un balzo a doppia cifra. I risultati raggiunti da Metro Italia sono in linea con l’andamento delle vendite di Metro Wholesale e della holding Metro Ag. La prima, legata al business dell’ingrosso internazionale, ha registrato un incremento delle vendite like-for-like in valuta locale dell’1,3%, ottenendo il quinto risultato utile consecutivo, ma scontando un calo in valore dell’1,4% per effetto dell’andamento negativo dei tassi di cambio in Russia, Asia e nell’Europa Orientale, per un fatturato di 29,5 miliardi di euro. In forte aumento invece le vendite del canale Food Service Distribution, salite a 5,3 miliardi con un aumento del 14% anno su anno, con un ebitda di 1,32 miliardi di euro in calo rispetto al 2017 (quando era stato pari a 1,41 miliardi) sempre per l’andamento negativo delle valute extra euro.

Quanto alla holding, le vendite like-for-like nell’anno fiscale 2017/18 sono aumentate dello 0,7% ma a causa degli effetti valutari negativi, gli incassi sono diminuiti dell’1,6% scendendo a 36,5 miliardi di euro con un ebitda, calcolato al netto dei proventi derivanti dalle operazioni immobiliari, di poco inferiore a 1,4 miliardi di euro contro gli 1,436 dell’esercizio precedente. Tenendo conto degli effetti delle variazioni dei cambi valutari ed escludendo i proventi derivanti da operazioni immobiliari, l’ebidta sarebbe invece aumentato dell’1,2 percento.
“Metro Italia continua a dare un importante contributo al gruppo e alla strategia sempre più focalizzata sull’horeca”, ha dichiarato in una nota l’amministratore delegato Tanya Kopps. “Stiamo capitalizzando la nostra storica rilevanza nel Cash and Carry, format che continuiamo a innovare, per far sempre più leva sul canale Food Service Distribution, dove registriamo il più alto tasso di crescita delle vendite”.