Eurovo fa crescere la ricerca scientifica

La presentazione del progetto Eurovo

Il Gruppo Eurovo, leader italiano ed europeo nella produzione di uova e ovoprootti investe anche nella ricerca scientifica. Per questo ha lanciato il progetto “Abbiamo la ricerca nel Dna” per la valorizzazione delle ricerca scientifica. che parte subito con 300mila euro destinati a IRCSS dell’Istituto Oncologico Romagnolo, agli istituti Ortopedici Rizzoli di Bologna e alla sezione di Ferrara dell’Associazione Italiana per la lotta alle Leucemie.
“Per il nostro gruppo essere un’impresa che guarda al futuro  significa sostenere quei progetti che concretamente aspirano miglioramento della salute”, ha detto durante la presentazione dell’iniziativa Silvia Lionello, che guida il progetto. “Inoltre sostenere progetti come questo che si vedono accanto a Ior, Ail e Istituto Rizzoli è un modo per essere concretamente vicini alle famiglie dei nostri dipendenti e al territorio in cui operiamo”. La lionello ha quindi ricordato che questo intervento è solo il primo passo che sarà seguito da altri che il Gruppo farà in maniera anche pi strutturata nei prossimi anni.
“Siamo consapevoli che l’innovazione riguarda ogni impresa e ogni settore e richiede continui investimenti”, ha detto poi il Direttore generale Ireno Lionello. “Siamo convinti che  le imprese debbano creare sinergie con la Medicina per aiutarla a fare passi avanti nella ricerca di nuove cure”.
Eurovo, con quartier generale a Imola (BO) conta 17 stabilimenti produttivi tra Italia ed estero, oltre 1.500 dipendenti diretti e un fatturato di circa 650 milioni di euro.
All’evento per presentare i progetti di ricerca sono intervenuti per l’AIL Ferrara, Gian Marco Duo, Presidente, Valentina Lazzari, coordinatrice del progetto di art therapy, e Roberta Burnelli, Direttore del Reparto di Onco- Ematologia Pediatrica di Ferrara. Dell’Istituto Oncologico Romagnolo hanno partecipato il professor Dino Amadori, presidente, e ildottor Massimo Guidoboni, responsabile della Struttura Semplice Dipartimentale di Immunoterapia e Terapia Cellulare Somatica dell’Irsit Irccs. Presenti per l’Istituto Ortopedico Rizzoli il dottor Mario Cavalli, direttore generale, e il professor Davide Maria Donati, direttore Clinica III a prevalente indirizzo Oncologico del Rizzoli.