Nasce a Bologna Agrofood Bic incubatore di start up del food&beverege

Sei imprese emiliano romagnole di eccellenza nell’agroalimentare si uniscono per promuovere la crescita di nuove realtà nel settore.
E’ così che è nato Agrofood Bic, polo di innovazione aperta multi-azienda che lavorerà su scala nazionale e internazionale per cogliere e valorizzare preziose opportunità di business.
Frutto della volontà di Granarolo, Gellify, Camst, Conserve Italia, Cuniola (l’azienda agricola della famiglia Vacchi) ed Eurovo intende diventare un acceleratore di promettenti e innovative start-up specializzate in Healthy food e special needs, Tracciabilità dei prodotti food in chiave di food safety, Packaging sostenibile, Food Delivery e Precision Agriculture.
Tre i soggetti coinvolti che collaboreranno con il nuovo Business Innovation Center: Università di Bologna, Enea, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie l’energia e lo sviluppo economico sostenibile e ASTER, la società della Regione Emilia-Romagna per la ricerca e l’innovazione.
Gli eventi legati all’acceleratore e le call saranno pubblicati sul sito www.agrofoodbic.it dove sarà possibile anche inoltrare candidature spontanee.
Gianpiero Calzolari, presidente di Granarolo, è stato designato come Presidente di Agrofood Bic e verrà supportato da un cda composto da Luca Ferrarini (Granarolo), Michele Giordani, (Gellify), Pier Paolo Rosetti (Conserve Italia), Davide Magnani (Eurovo), Francesco Malaguti, e Debora Negrini (Cuniola)

Il video di presentazione di AGROFOODBIC