Con Hempatico il rilancio del vermouth (alla canapa)

Nato 230 anni fa a Torino e rimasto in auge per molti anni il vermouth è  uno dei tipici liquori italiani da tempo in ombra.
Ma ora si pensa a un suo rilancio. L’iniziativa parte dalla città che diede origine al liquore e che tiene ora a battesimo Hempatico’, alla canapa e “primo vermouth millesimato al mondo”. In commercio da fine marzo, con una gradazione di 17-18 gradi.
‘Hempatico’ nasce dall’incontro tra la docg Erbaluce di Caluso e la canapa coltivata nel Canavese (Torino) a ridotto contenuto di THC (uno dei principi attivi della cannabis). E’ frutto della collaborazione tra Affini, uno dei più frequentati cocktail bar nel quartiere di San Salvario, polo della movida torinese, Nicolò Nania, giovane esperto in coltivazione e trasformazione della canapa industriale in Piemonte, ed Evho, scuola di bartendering torinese. Per ottenere il Vermouth Hempatico vengono utilizzate due varietà di canapa, ‘Carmagnola’, la più antica in Italia, dai sentori agrumati, e l’Eletta Campana, che porta un sentore di nocciola.
Hempatico è il frutto di un grande lavoro di ricerca sul prodotto.
Ha visto impegnarsi Affini, cocktail bar torinese con grande esperienza nel campo della mixology, Evho, scuola di Bartendering torinese e Nicolò Nania, giovane esperto della coltivazione e della trasformazione della canapa industriale in Piemonte..
Un vermouth 100% piemontese che sfrutta la macerazione del fiore di canapa per realizzare un prodotto dal sapore completamente nuovo.
Il progetto è il frutto di un preciso lavoro di riscoperta della tradizione, con una fortissima connotazione territoriale.
Il Vermouth Hempatico nasce infatti come un prodotto che omaggia il territorio del Canavese, la cui fortuna era, fino alla metà del ‘900, fortemente legata alla produzione della canapa, tanto che c’è chi giura che in origine queste terre di alto Piemonte si chiamassero in realtà “Canapese”. In Hempatico la tradizione canavesana della coltivazione della canapa si incontra con quella torinese del Vermouth, creando un prodotto che è un manifesto di territorialità e innovazione.