Il fuoricasa salva i conti dell’agroalimentare

I primi dati di stima sulle vendite alimentari al dettaglio nel nostro Paese appaiono deludenti. Nel corso del 2018, infatti, abbiamo un aumento di appena lo 0,6% in valore e una flessione dello 0,5 in volume. Sulla base di tali primi risultati si stima per l’anno appena trascorso una spesa per consumi domestici di circa 162 miliardi di euro rispetto ai 160 del 2017.
A dare una spinta significativa alla quota aggregata dei consumi alimentari 2018 è stato invece il fuoricasa che, dopo gli 83 miliardi circa raggiunti nel 2017, ha un valore stimato attorno agli 87 miliardi circa. Ne uscirebbe così un aumento in valuta corrente prossimo al +5% e, in valori costanti, al +3%.
Così l’unico segmento dei consumi alimentari che stabilizza e sostiene il mercato, fatta eccezione per alcuni comparti specifici di prodotto,  continua ad essere quella rappresentata dal “fuoricasa” e dalla ristorazione.
Questo ha permesso ai consumi alimentari complessivi 2018 del Paese di avvicinarsi alla quota di 250 miliardi di euro. 

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!