Cereal Docks vuol crescere all’estero grazie all’innovazione

Lo stabilimento vicentino di Cereal Docks

Il Gruppo Cereal Docks che fa capo alla famiglia Fanin di Vicenza ed è attivo nella trasformazione delle materie prime agricole sta mettendo a punto un nuovo piano industriale, atteso prima dell’estate,  che punta a consolidare l’esistente e al lancio di nuovi prodotti. Fa seguito a quello appena definito che negli ultimi sei anni ha comportato inviestimenti per circa 100 milioni destinati in massima parte all’innovativo impianto di Porto Marghera. 

Il gruppo di Camisano Vicentino produce ingredienti derivati da semi oleosi (farine, oli, lecitine) e da cereali, destinati a più settori: mangimi, alimentare, farmaceutico, cosmetico e tecnico. Ha 220 dipendenti in cinque stabilimenti (quattro in Italia e uno in Romania) Il fatturato 2018 dovrebbe attestarsi sui 780 milioni. 

Il gruppo ha ora decisio di puntare molto sull’innovazione. Per questo nella nuova sede inaugurata alla fine dell’anno scorso a Camisano Vicentino è stato anche attivato il Cereal Docks Group Lab, un laboratorio che vuole essere il centro di riferimento per la qualità e la ricerca e sviluppo per nuovi prootti  in linea con la domanda di salute e benessere dei consumatori, in chiave ecologica, vegana, senza allergeni.