Caffè Zanetti: ricavi in crescita nella semestrale

Massimo Zanetti Beverage Group chiude il primo semestre 2019 con margine in crescita a 33,9 mln (+5,8% rispetto al 1° semestre 2018) e ricavi per 439,5 milioni. L’utile netto risulta in leggera flessione a 3,5 milioni rispetto ai 3,7 milioni rispetto al primo semestre dello scorso anno, essenzialmente per l’applicazione del nuovo principio contabile IFRS 16, entrato in vigore dal primo gennaio 2019, che ha comportato l’iscrizione di maggiori ammortamenti per 4,4 milioni. I ricavi consolidati evidenziando un incremento di 5 milioni (+1,2%) dovuto principalmente al calo del prezzo della materia prima (-1,7%). A portare beneficio al Gruppo è anche l’acquisizione dell’australia“The Bean Alliance” (5,5 milioni il contributo al consolidato).

I ricavi realizzati nelle Americhe, pari a 193,8 milioni (44,1% dei ricavi del Gruppo), registrano una flessione a cambi costanti del 3,5% rispetto al primo semestre 2018, riconducibile principalmente al calo registrato nel canale Mass Market, in particolare nella categoria “cans”; al lieve calo a cambi costanti del canale Private Label, dovuto all’adeguamento del prezzo medio di vendita del caffè venduto, conseguente alla diminuzione del prezzo della materia prima, e alla solida crescita realizzata nel canale Food Service. I ricavi generati in Nord Europa, stabili a cambi costanti rispetto al primo semestre del 2018, sono dovuti all’adeguamento dei prezzi di vendita del caffè tostato nel canale Mass Market.

I ricavi del Sud Europa riportano un calo del 6,2%, dovuto all’adeguamento dei prezzi di vendita del caffè tostato nel canale Private Label e al timing legato all’introduzione della rinnovata gamma di prodotti Segafredo nel canale Mass Market in Italia. L’Asia-Pacifico e Cafés, che include anche i ricavi generati dalla rete internazionale di caffetterie, si attesta a 46,6 milioni, con una crescita a cambi costanti del 15,8% rispetto ai primi sei mesi 2018, che beneficia anche dell’acquisizione di “Bag” in Australia.

Per quest’anno a Villorba ci si aspetta una leggera crescita dei ricavi come conseguenza del miglioramento del mix di prodotto e canale e di una crescita dei volumi in linea con il trend dei mercati di riferimento e un incremento dell’Ebitda Adjusted stimato nell’ordine del 3% (31 milioni nel semestre). 

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!