Le saline di Margherita di Savoia ai francesi di Salins du Midi

La francese Salins du Midi sta per rilevare dal Monte dei Paschi di Siena che le controlla in virtù di un credito ventato nei confronti della società pubblica le saline situate nei rpessi di Barletta, che con con i loro 4.500 ettari di specchi d’acqua sono le più grandi d’Europa. Il prezzo dell’operazione è di 10 milioni di euro pari al valore del credito vantato dalla banca senese.

Salins du Midi uno dei più forti gruppi mondiali, ed è già presente in Italia dopo aver acquisito nel 1981 la Compagnia italiana sali (Cis) di Rovigo. L’ingresso ufficiale di Salins du Midi è atteso tra settembre e ottobre, non con un’acquisizione diretta, ma rilevando un debito garantito da azioni che Atisale Spa, la società demaniale che gestisce il sito, da tempo in concordato preventivo, ha maturato verso MPS Capital Services, controllata dal Monte Paschi di Siena.

La produzione di Atisale è di 700mila tonnellate tra Margherita di Savoia e il sito di Sant’Antioco in Sardegna. Con 160 dipendenti, nel 2018 ha realizzato un fatturato di circa 30 milioni di euro.