Le stelle Michelin valore aggiunto per la ristorazione

Quanto vale una stella Michelin? Per i ristoranti che se ne fregiano sicuramente molto. Ma anche per il territorio in cui operano,  che beneficia di importanti ricadute.

I ristoranti che hanno una classificazione “stellata” rappresentano  l’eccellenza della ristorazione e sono diventati un punto di riferimento sia per appassionati e cultori dell’enogastronomia di qualità, sia per tutti coloro che vogliono vivere un’esperienza speciale a tavola.  Peraltro possono contare su una clientela particolarmente affezionata con un tasso di fidelizzazione pari al  58,4%;ì per gli italiani, mentre la quota di clientela estera fedele è del 26,1%.

E’ uno degli aspetti che emergono dalla ricerca sui ristoranti stellati Michelin in Emilia Romagna (che sono 22 rispetto ai 367 di tutta Italia) commissionata da Guide Michelin e realizzata dalla Jfc di Faenza.

Pur trattandosi di un’indagine rivolta a una specifica regione, i risultati possono comunque avere valenza nazionale.

In Emilia Romagna sono presenti 22 ristoranti stellati Michelin (uno a 3 stelle, due a 2 stelle e 19 a 1 stella) e 32 ‘Bib Gourmand’ (ovvero i ristoranti con il miglior rapporto qualità-prezzo).  Il fatturato generato nel 2018 è stato di 98 milioni di euro.

Per quanto riguarda i ristoranti stellati, la quota di clientela internazionale è pari al 37%: in testa i francesi (21,9%), quindi Regno Unito, Svizzera, Germania, Paesi Bassi e Giappone. I maggiori indici di crescita di clientela si manifestano dalla Cina, Francia, Usa e Paesi Bassi. La quota dell’internazionalizzazione della clientela nei Bib Gourmand scende, invece, al 10,2%. Tuttavia, questa categoria di locali, ha ospitato nel 2018 oltre 683mila clienti, con una media/cliente per ogni ristorante pari a 21.366 ospiti annui, mentre i ristoranti stellati hanno accolto, sempre nel 2018, 166mila clienti, per una media/cliente annua per singolo ristorante pari di 7.241.

Accanto ai ristoranti stellati ve ne sono altri che hanno ottenuto un riconoscimento diverso: trattasi dei Bib Gourmand ossia quei locali che sono in grado di proporre un’esperienza gastronomica piacevole, ad un prezzo inferiore ai 32,00 Euro (35,00 Euro nelle città capoluogo e nelle località turistiche più importanti) per un menu completo.

I ristoranti segnalati come Bib Gourmand, in Italia, sono 257, tutti selezionati sulla base del loro ottimo rapporto prezzo/qualità.

Secondo la ricerca ogni ristorante Michelin genera un beneficio medio per il territorio pari a 862mila euro, grazie a una spesa extra ristorante di ogni singolo ospite pari a 113,90 euro”. I ‘Bib-Gourmand’, invece, generano “un fatturato indotto sul territorio pari a 882mila euro come valore medio per ogni ristorante, e una spesa extra per cliente quantificabile in 41,30 euro

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!