Contributi a fondo perduto per comparto ittico

Informiamo che sono operativi i seguenti bandi rivolti al comparto ittico. 

Per informazioni e richieste di consulenza contattateci   Sarete richiamati da un nostro esperto

REGIONE SARDEGNA

FINANZIAMENTI A FONDO PERDUTO DEL 50% SETTORE ITTICO
Fondo Europeo Affari Marittimi e Pesca (FEAMP) 2014 – 2020
BANDO MISURA 5.69 TRASFORMAZIONE E COMMERCIALIZZAZIONE PRODOTTI ITTICI

E’ operativo fino al 29 novembre 2019 il bando per richiedere un contributo a Fondo perduto del 50% per gli investimenti già realizzati dal primo gennaio 2014 e da realizzarsi nel 2019/2020:

costruzione e ristrutturazione di fabbricati legati al progetto;

acquisto di terreni e fabbricati legati all’iniziativa per un costo del 10% dell’investimento

acquisto di impianti e macchinari di lavorazione, confezionamento, refrigerazione ecc…

investimenti diretti al miglioramento dell’efficienza energetica ed ambientale, all’utilizzo di fonti di energia rinnovabile prodotta e reimpiegata in azienda

spese per il miglioramento delle condizioni d’igiene e sanitarie e dei sistemi di produzione

acquisto di hardware e software dedicati ai processi produttivi

Acquisto di automezzo dotato di coibentazione e gruppo frigorifero, celle frigorifere da montare su motrice (esclusa l’acquisto della motrice)

Spese generali, spese tecniche, spese di progettazione ecc…

 

REGIONE MARCHE

FINANZIAMENTI A FONDO PERDUTO DEL 50% SETTORE ITTICO
Fondo Europeo Affari Marittimi e Pesca (FEAMP) 2014 – 2020
BANDO MISURA 2.48 Investimenti produttivi destinati all’acquacoltura

E’ operativo il bando per richiedere un contributo a Fondo perduto del 50% per gli investimenti già realizzati dal 25/04/2017 e da realizzarsi nel 2020 :

1 Costruzione/ampliamento o miglioramento degli impianti di acquacoltura e maricoltura per la riproduzione di pesci, crostacei e molluschi ecc…;

2 Acquisto di barche  di V° categoria o in uso conto proprio al servizio degli allevamenti;

3 Acquisto di attrezzature o macchinari per impianti di acquacoltura;

4 Aumento dell’efficienza energetica attraverso la produzione di energia da fonti rinnovabili

5 spese per il miglioramento delle condizioni d’igiene e sanitarie e dei sistemi di produzione con l’acquisto di attrezzature volte a proteggere gli allevamenti dai predatori

6 Programmi informatici “hardware e software” dedicati ai processi produttivi

7 Investimenti volti al commercio al dettaglio svolto dall’azienda per la vendita di quanto allevato

8 Investimenti per la diversificazione del reddito tramite lo sviluppo di attività complementari

9 Spese generali tecnici/collaboratori ecc

Per informazioni e richieste di consulenza contattateci   Sarete richiamati da un nostro esperto

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!