Il bilancio Cavit vola con le bollicine

Nell’anno fiscale 2016/2017 Cavit ha realizzato ricavi netti pari a oltre 182,5 milioni di euro con un incremento del 2,6% sull’esercizio precedente. Il bilancio approvato dall’assemblea dei soci evidenzia le buone performances soprattutto del mercato interno dove il fatturato è cresciuto del 7% grazie soprattutto agli spumanti metodo classico TrentoDoc e Metodo Charmat (+14%)
Nel canale della distribuzione organizzata, cui è dedicata la linea ‘Mastri Vernacoli’, Cavit segna un’ulteriore crescita, con incrementi a doppia cifra (+15% circa), nettamente superiore all’andamento del settore, e quote di mercato da leader con Müller e Gewürtztraminer, tra le prime cinque referenze più vendute.
La cooperativa trentina consolida anche la propria presenza sui mercati esteri, che rappresentano l’80% del giro d’affari. Buoni risultati in particolare negli Usa, dove Cavit si conferma il marchio di vino italiano più diffuso, crescite in doppia cifra in Russia e Canada, positivi i numeri di Gran Bretagna, Germania e Austria. Prosegue il consolidamento della presenza in Cina, a seguito dell’accordo siglato lo scorso aprile da Cavit con il Gruppo Cofco.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *