Polli cresce e pensa a Usa e Cina

Fratelli Polli, leader nelle conserve vegetali, ha chiuso il 2017 con un fatturato di oltre 100 milioni di euro con un incremento dell’11,5% sul 2016. Aumento anche a volume con un  totale del 17,2% con un +26% nel comparto dei sottoli, + 13% dei condimenti per riso e +6% in quello delle olive.
La quota di export del fatturato è del 50% con rpesenza in oltre 45 Paesi e con previsioni di imminente sbocco negli Usa e in Cina.
A rendere possibile la crescita del 2017 sono state le innovazioni e la continua ricerca sulla qualità degli ingredienti e del prodotto. A partire dalla gamma Melimangio, lanciata a metà 2017 che è stata progressivamente ampliata fino alle attuali 16 referenze, seguito da Arte Italiana, la linea rivolta invece al target X generation e lanciata in chiusura 2017. Il primo quadrimestre del 2018 vede invece il rilancio della gamma Rosso Polli, che consta di oltre 30 referenze, classiche, e la nuova gamma BIO, in linea con il trend di mercato che vira verso la naturalità.
Nel 2017 Polli ha investito circa 5 milioni di euro per l’implementazione di nuovi sistemi di controllo per la sicurezza del consumatore e nuove linee di produzione di ultima generazione volte a preservare l’integrità degli ingredienti e aumentare ulteriormente lo standard di qualità.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *