‘The Innovation Alliance’ ha aperto i battenti a Milano

Ha preso il via oggi a Fiera Milano, dove si concluderà venerdo 1 giugno, la ‘The Innovation Alliance’, che vede per la prima volta svolgersi insieme cinque eventi: Ipack-IMA, Meat-Tech, Plast, Print4All e Intralogistica Italia.
Ipack-IMA e Meat-Tech, nello specifico, daranno spazio all’innovazione nei settori del packaging e del processing, comparti che rappresentano un fiore all’occhiello della meccanica strumentale Made in Italy. È di 10,8 miliardi di euro, infatti, il valore aggregato del fatturato prodotto da macchine alimentari e per il packaging, in crescita del 5,9% rispetto all’anno precedente (dati consuntivo 2017 – fonte Ipack-IMA su dati Anima e Ucima).
Con 1.503 aziende (+9,6% sulla passata edizione), per il 37% estere da 45 Paesi (+17% sulla precedente edizione), distribuite in nove padiglioni espositivi e 62.300 mq di superficie espositiva netta (+11% sulla precedente edizione) Ipack-IMA e Meat-Tech inaugurano le più grandi edizioni della storia, offrendo agli operatori professionali in arrivo a Milano macchine e tecnologie altamente innovative e sempre più connesse, in ottica 4.0, attente al risparmio energetico e alla massima efficienza, progettate per produrre packaging dal design originale, in grado di coniugare praticità, eco-sostenibilità e convenienza.
La proposta, grazie alla presenza di primari brand internazionali e ai principali costruttori italiani, tornati in fiera col piano di rilancio varato dalla nuova joint venture tra Ucima (Unione Costruttori Italiani Macchine Automatiche per il confezionamento e l’imballaggio) e Fiera Milano, consentirà un approfondimento a 360 gradi sulle industrie di riferimento.

Attesa in crescita anche l’internazionalità dei visitatori. Alle migliaia di operatori internazionali in arrivo a Milano si uniscono anche le delegazioni ufficiali di top hosted buyer parte del programma di incoming organizzato da ICE-Agenzia. Ipack-IMA e Meat-Tech, infatti, visto il valore e la riconosciuta qualità tecnologica di un’offerta di grande attrattiva internazionale, insieme alle altre fiere parte di The Innovation Alliance, sono state inserite nel piano straordinario di promozione del sistema fieristico nazionale, finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico attraverso ICE-Agenzia.
Le delegazioni provengono da Europa, Medio Oriente, Africa, Stati Uniti, America centrale e meridionale, Cina e India per un totale di 45 Paesi.
La delegazione più numerosa è quella indiana, capitanata da un alto funzionario del Ministero indiano del Food Processing, fortemente interessato a mostrare agli operatori indiani le ultime innovazioni tecnologiche in grado di supportare la crescita dell’industria locale.

Tra le principali novità ed elementi distintivi di Ipack-IMA e Meat-Tech, il layout espositivo con i padiglioni prevalentemente caratterizzati per mercato di destinazione e non esclusivamente per tecnologie in mostra, come avviene di solito nelle fiere di settore.
L’obiettivo è quello di facilitare la visita da parte degli operatori professionali, propensi a trascorre in fiera sempre meno tempo, e rendere la propria visita ricca di contenuti in target: ad arricchire ulteriormente la customer journey , la caratterizzazione cromatica delle sezioni espositive. Ogni business community è identificata da un diverso colore che accompagna il visitatore dall’ingresso in fiera fin dentro ai padiglioni, con cartellonistica , infografiche e allestimenti coordinati.
Tecnologie, materiali e accessori per le industrie della pasta, bakery, milling e confectionary, proposte dai principali brand leader italiani e internazionali, sono ospitate nei padiglioni 1 e 3.
Spostandosi nei padiglioni attigui (5 e 7), i visitatori possono invece scoprire le novità per il processing e il confezionamento alimentare, con un focus particolare sul fresh & convenience food.
L’offerta per i settori del non-food, cosmetico e beni industriali in particolare, sarà invece situata nel padiglione 4, così come il liquid filling, ben rappresentato anche nei padiglioni dedicati alle tecnologie per l’industria alimentare.
Completeranno l’offerta macchinari, attrezzature e dispositivi trasversali ai vari settori merceologici: le tecnologie per etichettatura, coding & tracking saranno collocate nel padiglione 14, mentre le aziende che operano nel fine-linea occuperanno i padiglioni 6 e 10, completati dall’offerta in mostra a Intralogistica Italia, manifestazione organizzata da Deutsche Messe e Ipack Ima, e dedicata alla logistica interna.
Debutto a Ipack-IMA 2018  per il nuovo salone satellite dedicato ai materiali innovativi: Ipack-Mat, situato nel padiglione 14, dove saranno previsti anche altri spazi tematici e contenuti in tema di smart packaging, eco-packaging e premium packaging.
Tecnologie, attrezzature ausiliarie e ingredienti per la lavorazione delle carni faranno, invece, bella mostra di sé a Meat-Tech, manifestazione di riferimento per il settore, ospitata nel padiglione 2.
A completare l’offerta trovano spazio nei diversi padiglioni numerose proposte per l’automazione e la robotica presentate da aziende leader di questi comparti, che si propongono come partner digitali verso la Smart Factory che, grazie alla connessione tra i diversi elementi della linea, consente di ottimizzare ogni fase produttiva e controllare in qualunque momento tutte le fasi del processo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *