TuttoFood con le novità del vino, del cibo etnico, e della frutta secca

Il ministro Centinaio alla presentazione di TuttoFood

“L’alimentare italiano è importantissimo e va difeso perché è fatto di prodotti di estrema qualità. L’obiettivo che dobbiamo avere tutti è quello di far sì che i nostri produttori siano sempre più tutelati e promossi anche attraverso le rassegne internazionali come TuttoFood”. Lo ha detto il ministro per le Politiche agricole e il Turismo Gan Marco Centinaio alla presentazione della rassegna internazionale, in programma dal 6 al 9 maggio nei padiglioni di FieraMilano, che si è tenuta questa mattina.

Alla prossima edizione saranno presenti 32 Paesi con importanti collettive provenienti da Spagna, Grecia, Portogallo, Regno Unito, Cina e Usa. E proprio il Ministero dell’agricoltura degli Stati Uniti ha riconosciuto a TuttoFood di garantire un contributo effettivo per l’export dal Paese. 

Tra le novità più attese dell’edizione 2019 c’è TuttoWine, lo spazio dedicato al vino realizzato in partnership con Unione Italiana Vini, che permette ai buyer di spaziare durante la loro permanenza in fiera dal food al beverage. 

Nuove anche le aree dedicate alle tradizioni nutrizionali, TuttoKosher e TuttoHalal mentre TuttoPasta consolida il segmento pasta secca con l’espansione dei produttori storici ed un focus sulla pasta fresca. Debutta Evolution Plaza, il villaggio della trasformazione digitale che – assieme alla già nota Retail Plaza – guarda al futuro prossimo del settore. In questa area Netcomm, consorzio del commercio elettronico italiano, porterà l’eCommerce Food Lab. Tra gli eventi, da segnalare il primo Forum della Frutta Secca categoria che in questi anni ha vissuto un grande sviluppo con un giro d’affari di circa 834 milioni di euro nel 2018. 

TuttoFood si terrà in contemporanea con la terza edizione di Milano Food City la settimana del cibo di qualità dal 3 al 9 Maggio, che quest’anno si ispira al genio creativo e alla capacita d’innovazione di Leonardo da Vinci.