Birra: Anheuser-Busch si quota a Hong Kong

Anheuser-Busch InBev, il colosso mondiale della birra a cui fanno capo anche i marchi Stella Artois, Corona e Budweiser, ha fissato a 27 dollari di Hong Kong il prezzo dello sbarco in Borsa delle sue attività asiatiche, valutate ora circa 5 miliardi di dollari. Si tratta del livello più basso della forchetta, fissata una settimana fa da InBev tra i 27 e i 30 dollari di Hong Kong, che piazza comunque la Ipo al secondo posto tra le più importanti di quest’anno.

Stretta dalla necessità di tamponare il maxi debito da oltre 100 miliardi di dollari accumulato dopo la mega acquisizione di SABMiller nel 2016, Ab InBev aveva progettato la quotazione in tempi più rapidi. A luglio scorso, in coincidenza con le tensioni anche sui mercati generate dalle proteste ad Hong Kong, il gruppo è stato però costretto ad un rinvio, tagliando peraltro drasticamente l’obiettivo di raccolta, inizialmente fissato a 10 miliardi di dollari.