Crédit Agricole finanzia i produttori vinicoli italiani

Il gruppo francese Crédit Agricole, tramite la controllata Amundi, lancia un fondo dotato di 100 milioni di euro per il finanziamento delle produzioni vinicole italiane di qualità. In particolare l’iniziativa è tesa a offrire finanziamenti di medio-lungo termine ai produttori di vino della durata di 6 anni. Nel periodo di erogazione, le aziende pagheranno gli interessi per poi rimborsare il capitale a scadenza, una volta venduto il vino come prodotto a denominazione di origine.

Il fondo di private debt per le aziende vitivinicole italiane in arrivo da Amundi sarebbe il secondo specializzato nel finanziamento alle piccole e medie imprese del settore alimentare lanciato dall’asset manager francese dopo il fondo Cbus, dedicato al finanziamento del magazzino di imprese agroalimentari. All’attivo di Cbus ci sono già diverse obbligazioni a medio-lungo termine, per un totale di 71 milioni di euro, soprattutto nell’ambito della stagionatura di formaggi e salumi.

Amundi in Italia ha già fatto un’operazione con la cooperativa marchigiana Moncaro. La scorsa estate, Moncaro ha emesso un minibond di 5 milioni di euro, sottoscritto da Amundi, ponendo i suoi stock di vino a garanzia.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code