Al Sigep le nuove tendenze di pasticceria e ristorazione

Come cambiano le abitudini di consumo fuori casa e quali sono i criteri di scelta più importanti oggi? Se ne è parlato al Sigep e  A.B. Tech Expo in corso a Rimini

«L’experience è diventata fondamentale nei criteri di scelta del consumatore. Non più solo il prodotto, ma anche l?accoglienza e la gratificazione hanno un ruolo decisivo. E non a caso il mercato del dolce è in grande crescita in Italia dove si registra un considerevole aumento delle colazioni fuori casa» ha detto Matteo Figura, Director Foodservice Italy NPD Group Inc. . L’esperienza all’interno dei punti vendita si rivela quindi uno dei fattori chiave che influenzano la scelta dei consumatori. Le strutture in grado di soddisfare le aspettative dei consumatori riescono a incoraggiare l’aumento del numero di visite e ottengono in questo modo prestazioni più elevate. Per i consumatori, l’esperienza che si può vivere consumando fuori va oltre le scelte del cibo consumato. Il consumatore è alla ricerca di intrattenimento e di esperienze memorabili. «Nel futuro – aggiunge Figura – il consumatore cercherà sempre di più la gratificazione ma anche e soprattutto un accesso rapido ai consumi».

E cambiano anche le tendenze per la pasticceria e la ristorazione. Se fino ad ora la moda in cucina è stata quella dell’Oriente, Giappone in primis, ora ci si sta spostando. E la nuova tendenza emersa al Sigep è per l’America latina. Soprattutto per il Perù.

Allora, archiviata l’infatuazione per l’Oriente e le bacchette, come deve integrarsi il pasticciere nella brigata di cucina? Non è più solo questione di ingredienti, sempre importanti, sempre determinanti. Ora il pasticciere deve interagire con gli elementi di arredo, le luci, la musica: ingredienti dell?aspetto esperienziale della ristorazione. È la sintesi delle linee guida del talk “I nuovi trend della pasticceria in ristorazione” alla Vision Plaza, il salotto di pensiero e prospettiva voluto da IEG per l’edizione 2020 di Sigep A. B. Tech Expo. Gabriele Bozio, executive manager di Cast Alimenti, e Yuri Cestari, docente in Cast Alimenti, hanno ripercorso i temi fondamentali di questo scenario. «Il dessert è l’ultima nota che viene ricordata al palato dal cliente e deve essere perfettamente allineato con l’esperienza del locale, oltre che del menu. La pasticceria, in un certo senso, condiziona tutta la brigata». dice Bozio.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *