Anche l’Horeca diventa green

La rinnovata sensibilità ambientale influenza un po’ tutti i comparti economici e l’Horeca  non fa certamente eccezione.  Così per la prima volta tutte le componenti della filiera del Fuoricasa si sono confrontate sui temi della sostenibilità. Lo hanno fatto a Rimini all’International Horeca Meeting di Italgrob nella giornata inaugurale di Beer&Food Attraction.

”La filiera Horeca nell’era della Green Economy” il tema del convegno che ha visto confrontarsi esperti dell’economia circolare, rappresentati delle associazioni di categoria e singoli operatori.

Secondo Vincenzo Caso, presidente di Italgrob, le tematiche ambientali sono complesse, ma vanno affrontate perché possono essere anche un’opportunità per le aziende. 
La sensibilità  ambientale dei consumatori detta alle imprese, soprattutto a quelle del food and beverage, nuove regole e nuovi metodi di comportamento. Ma questi possono essere anche un’opportunità di crescita e miglioramento e per fornire una sempre nuova e più adeguata risposta alle domanda del mercato. 

Temi che sono stati ripresi e sviluppati da Lino Stoppani, Presidente della FIPE, che ne ha sottolineato l’impatto per un mondo così vasto e composito come quello dell’Horeca. 

Fabio Fava, ordinario di Biotecnologie industriali a Bologna ha portato il contributo della scienza alle problematiche dell’economia circolare. in particolare, ha sostenuto, sarà sempre più importante utilizzare meno materie prime e ripensare i prodotti che dovranno essere compostabili e recuperabili. 


Infine Luca Pellegrini, Presidente di TradeLab, ha invitato gli operatori a sapere leggere l’economia circolare in ogni passaggio della filiera collaborando tra tutte le sue componenti per evitare implicazioni negative mei vari passaggi e, quindi, sui consumatori,


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code