Mebimport si rafforza e punta al +33% di fatturato in tre anni

Il Gruppo pugliese, Mebimport, che da oltre 30 anni è leader nella distribuzione food & beverage, grazie alla sua capillare presenza in Puglia, Basilicata e Calabria con i suoi depositi in sette strutture collegate (Leverano, Capurso, Fasano, Taranto, Manfredonia, Tito, Sersale), può contare oggi su un fatturato di circa 25 milioni di euro e prevede di raggiungere un giro d’affari di 33 milioni nei prossimi tre anni, con una crescita pari al +33%.

Contestualmente ad una crescita dei consumi “fuori-casa” stimata nel 2019 intorno al +7,3% (dati Eurostat) rispetto all’anno precedente, tra i prodotti più richiesti dal mercato e distribuiti da Mebimport, ci sono le birre (44% del fatturato), il vino (15%), gli spirits (11%) e le acque e bevande (23%).

Il Gruppo pugliese, che conta 140 collaboratori e garantisce la consegna agli oltre 3.500 punti vendita serviti entro le 48 ore, rappresenta un top player nella distribuzione e servizi rivolti a canali Ho.re.ca. e Super Ho.re.ca., con una gamma composta da 2.700 prestigiose referenze.

In questo scenario caratterizzato dalla presenza di mini catene (circa 1000 in Italia) che rappresentano circa il 9% del mercato, un fenomeno interessante è poi la crescita delle produzioni locali, in particolare per la categoria delle birre e Gin artigianali, che Mebimport negli ultimi anni ha intercettato e aggregato, rivolgendosi all’ Ho.re.ca. di qualità, sensibilizzando i consumatori e punti di consumo sull’educazione al “buon bere”. Con un occhio di riguardo al tema della sostenibilità, impegnandosi a supportare con policy specifiche anche i prodotti a km zero, le categorie delle bevande bio e delle birre gluten free.

«Mebimport è stata precursore nel Mezzogiorno e in Puglia delle domande di prodotti alcolici e artigianali, in particolar modo la birra, puntando ora ad affermarsi come azienda di livello nazionale nel food & beverage. – ha dichiarato Maurizio Zecca, presidente del Gruppo Mebimport in occasione della Convention “Sinergy in the Future”,in corso a Mesagne. «Il rafforzamento del Gruppo passa attraverso la capacità di presidiare il territorio in modo capillare e sui numerosi investimenti in formazione nel comparto vini, food e spirits».

Il Gruppo, da sempre attento alle produzioni artigianali, in particolare delle birre, gestisce 722 impianti con una capacità di erogazione di 46.000 ettolitri di birra. Nell’ambito della formazione, Mebimport dedica risorse e organizza masterclass, corsi di sommelier e incontri di formazione presso i punti vendita.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *