Esselunga parte all’attacco con Marina Caprotti

Il Cda di Esselunga ha nominato Marina Caprotti nuovo Presidente esecutivo. Si è così definito il riassetto proprietario del gruppo che vede accanto a Marina la madre Giuliana Albera, seconda moglie del fondatore Bernardo Caprotti proprietarie al 100 per cento di Esselunga, dopo l’acquisto della quota di minoranza pari al 30 per cento dai fratelli Giuseppe e Violetta Caprotti.

Vice presidente sarà Carlo Salza, in Esselunga dal 2002 e per undici anni Ceo prima dell’arrivo di Sami Kahale, l’ex manager di P&G che da gennaio 2020 gli è subentrato nel ruolo. Sarebbe stato proprio Salza, nominato nel luglio 2019 come presidente in pectore, a invitare Marina Caprotti ad assumere l’impegno della presidenza per rafforzare il segno della famiglia Caprotti al timone del gruppo, chiamato a sfide importanti nella crescita della rete di supermercati.

Marina Caprotti, 42 anni, già vice presidente dal 2017 e nel board dal 1996, guiderà un gruppo in pieno sviluppo che conta 25mila collaboratori una rete di 159 supermercati in otto regioni e un fatturato di oltre 8 miliardi di euro

Intanto proseguono i programmi di espansione territoriale. Le prossime aperture previste sono a Montecatini, in Toscana, e in piazze fino ad oggi mai toccate dalla catena fondata nel 1957 da Bernardo Caprotti come Genova, Mantova e Livorno. A queste si aggiunge il progetto dei negozi di prossimità con insegna LaEsse (due quelli aperti a Milano e altri seguiranno nel corso dell’anno), oltre a proseguire nello sviluppo dell’e-commerce che vede Esselunga parrticolarmente impegnata in questo settore con un’offerta che riguarda sempre più località in tutta Italia..


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code