WRM Group per il rilancio di Kripe (prosciutti Principe e King’s)

Attraverso un investimento di circa 40 milioni di euro e il deposito dell’Accordo di Ristrutturazione dei debiti, WRM Group interviene nel Guppo Kipre, mettendo a disposizione le risorse necessarie all’uscita dalla crisi e al rilancio e allo sviluppo del leader nel mercato dei prosciutti crudi DOP di alta qualità. Con l’omologazione dell’accordo, WRM Group acquisirà il 100% del Gruppo Kipre attraverso il fondo Athena Capital.

L’operazione rappresenta un altro importante passo nella strategia di espansione dell’attività di WRM Group in Italia, che punta a generare valore supportando aziende del Made in Italy e investendo nel rilancio di prodotti di eccellenza del Paese, tutelando un’azienda strategica per il tessuto economico nazionale e le oltre 300 persone che lavorano nel Gruppo Kipre”, commenta Raffaele Mincione, Principal e Fondatore del WRM Group.

Il nuovo corso manageriale del Gruppo Kipre verrà affidato ad una squadra di manager di solida esperienza nel settore, guidata da Walter Bellantonio, già Direttore Generale di ISA S.p.A. e già Amministratore Delegato di Cirio, Del Monte Italia e Centrale del Latte di Roma che afferma: “Grazie all’accordo di ristrutturazione appena sottoscritto abbiamo la forte volontà di rilanciare due marchi importanti dell’industria alimentare italiana, Principe e King’s, leader del settore del prosciutto di San Daniele DOP. Riteniamo che questo possa essere il primo tassello di un più ampio progetto di investimento che mira a creare un gruppo leader del settore food and beverage, con una forte vocazione all’esportazione.”

“All’Accordo di Ristrutturazione hanno partecipato 21 istituti di credito e oltre 500 fornitori, con un forte impegno da parte di tutti per portare l’azienda in sicurezza. Questa rappresenta per noi una sfida, ma il Gruppo Kipre ha dei solidi fondamentali industriali”, aggiunge Fabrizio Boaron, Investment Partner del 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *