Trend negativo per la GDO a luglio

Inversione di tendenza per i consumi in Gdo. Secondo i dati Nielsen, nel periodo compreso tra lunedì 29 giugno e domenica 26 luglio la crescita delle vendite della grande distribuzione si è arrestata, mostrando un’inversione rispetto all’andamento positivo dei mesi precedenti: –3,2% a parità di negozi rispetto allo stesso periodo del 2019. Negativo anche il trend delle vendite in tutte e quattro le aree geografiche, anche se meno accentuato nel Nord-Ovest (-2,7%) e nel Nord Est (-2,3%). Le maggiori contrazioni si sono registrate al Sud (-3,8%) e nel Centro Italia (-4,4%), complice anche il minore afflusso di turisti rispetto allo scorso anno in queste aree. Osservando in dettaglio l’andamento delle singole regioni, i picchi negativi sono in: Sicilia (-7,4%), Sardegna (-7,2%), Liguria (-5,3%), Toscana (-5,2%) e Lazio (-4,4%).

Nonostante alcune categorie godano ancora degli effetti positivi determinati dalla pandemia Gdo e largo consumo, i dati di vendita di luglio non sembrano delineare prospettive positive per il settore. “È un momento difficile per i consumi degli italiani, che iniziano a tirare la cinghia e adottare strategie di risparmio – dichiara Romolo de Camillis, Retailer Service Director di Nielsen Connect in Italia –. Sui dati di luglio influiscono negativamente anche altri fattori quali, in particolare, il calo del turismo straniero e le temperature più basse rispetto allo scorso anno. Sarà il prossimo mese a fornirci più risposte: se i trend di luglio saranno confermati anche ad agosto è molto difficile pensare che la performance del secondo semestre 2020 sarà in linea coi risultati del 2019”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *