I bilanci Nestlè non risentono del Covid

La pandemia da Covid non sembra avere colpito Nestlé che riporta i risultati semestrali per il 2020 in controtendenza con un fatturato a 41.2 Miliardi di franchi svizzeri (CHF) con una crescita organica del 2,8% e utile netto in crescita del 18,3% a CHF 5,9 miliardi. L’utile netto è cresciuto del 18,3% a CHF 5,9 miliardi. Il margine di profitto netto è aumentato di 340 punti base al 14,3%. 
La crescita organica ha raggiunto il 2,8%, ed è stato positiva in tutte le principali aree geografiche. Dopo un inizio dell’anno più forte del previsto, la crescita organica si è moderata nel secondo trimestre all’1,3%, riflettendo il grave impatto delle restrizioni alla circolazione delle imprese fuori casa e di un certo destocking dei consumatori. Per categoria di prodotto, il maggiore contributo alla crescita è stato Purina PetCare, guidato dai marchi premium Purina Pro Plan e Purina ONE. Il caffè è rimasto resistente, con una crescita a una cifra, poiché un aumento delle vendite a due cifre per il caffè a casa è stato ridimensionato da un forte declino del canale fuori casa. I prodotti Starbucks hanno continuato a crescere a un ritmo a doppia cifra, spinti da un’ulteriore espansione globale e dal lancio di nuove offerte. Nespresso è cresciuto a un tasso medio di una cifra, supportato da una significativa accelerazione delle vendite per l’e-commerce e il sistema Vertuo L’acqua ha registrato un calo delle vendite, riflettendo un’elevata esposizione al canale fuori casa, i consumi in movimento e gli acquisti d’impulso. La maggior parte delle categorie ha visto la destocking dei consumatori nel secondo trimestre.

Per l’intero 2020 il gruppo prevede una crescita organica delle vendite tra il 2% e il 3%. Il margine di profitto così come gli utili operativi sono attesi in ulteriore miglioramento.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code