Federalimentare: segnale importante riaprire a Natale

Le riaperture che il governo sta valutando, ma anche i chiarimenti sulla possibilità per i cittadini residenti nelle zone rosse e arancioni di poter fare spesa anche al di fuori del proprio comune di residenza se necessario sono posizioni rassicuranti e importanti” commenta Ivano Vacondio, presidente di Federalimentare. 
La precisazione del governo fatta sulla possibilità di mobilità dal proprio comune per far sì che i cittadini possano acquistare prodotti in punti vendita necessari alle proprie esigenze “è un segnale di vicinanza sia per i consumatori che possono, nonostante il periodo straordinario che stiamo vivendo, mantenere almeno le proprie abitudini alimentari all’interno delle mura domestiche potendo scegliere tra più punti vendita – spiega Vacondio – sia per i negozi e quindi i produttori“. 
Molta attenzione anche alla questione Dpcm dedicato al periodo natalizio: “È giusto allentare la stretta su ristoranti e orari, senza naturalmente abbassare la guardia sulle regole anti contagio: non si possono fare miracoli, ma questi sono piccoli segnali dal punto di vista economico e sociale” commenta Vacondio. “Segnali che però – precisa il presidente di Federalimentare – non possono sostituire la necessità di sostegni economici per il settore della ristorazione. Su questo punto, seguiamo con molto interesse anche lo studio del governo sulla possibilità di abbattimento dei costi di locazione per bar e ristoranti: sarebbe un gesto concreto che potrebbe aiutare i pubblici esercizi che stanno cercando di resistere“. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *