Da Illy Caffè investimenti milionari per fare degli Usa il primo mercato

Illy Caffè punta decisamente sugli Stati Uniti che devono “diventare il mercato domestico, primo contributore al mondo per fatturato, senza però voltare le spalle all’Italia dove affondano nostre radici, che continueremo a nutrire e rafforzare”. Così il presidente Andrea Illy che ricorda che  è già pronto un “piano di investimento cospicuo di un centinaio milioni di dollari per stimolare la crescita”, e che in termini contabili dovrà portare “come minimo a triplicare il fatturato attuale entro dieci anni”. 

Un mercato, quello statunitense, dove si consuma la maggior quantità di caffè e dove la illy è presente da 40 anni circa, e che oggi – “con il rasserenamento politico istituzionale su entrambi i versanti dell’Atlantico, Biden che non era nemmeno una speranza all’epoca dell’intesa con Rhone e Draghi che non era nemmeno un sogno” – manifesta “segnali di maggiore fiducia”, puntualizza Andrea Illy. Un mercato al quale “bussiamo alla porta con discrezione”, cominciando (il mese scorso) “con una collaborazione con il più importante distributore nella ristorazione a New York, Amirati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *