A Sigep Exp lo stato e l’evoluzione del foodservice dolce

Si è conclusa Sigep Exp, l’edizione completamente digitale della manifestazione di Italian Exhibition Group dedicata alla gelateria, pasticceria e panificazione artigianali e al caffè. Un’edizione che fa da preludio al grande appuntamento in presenza già fissato dal 22 al 26 gennaio 2022.

Sigep Exp ha riunito con grande soddisfazione tutte le componenti della filiera del fuoricasa dolce anticipando l’evoluzione dei mercati, con un grande respiro internazionale.

La piattaforma digitale, che ha ottenuto nei tre giorni di esposizione oltre 25mila visualizzazioni, ha coinvolto 250 espositori con 300 eventi (42 dei quali quelli targati Sigep)
Il 25% degli operatori proveniva da 136 Paesi stranieri (in particolare da Germania, Spagna, Francia, Brasile e Stati Uniti). Sulla piattaforma My Agenda di IEG 268 buyers da 60 Paesi diversi hanno incontrato le aziende, con 2.500 incontri in 3 giorni e 1.250 ore di collegamento web su tutti i fusi orari, grazie all’assistenza di una task force messa in campo da IEG, col suo network di regional advisor, e Agenzia ICE, che ha attivato 30 suoi uffici nel mondo. Un networking articolatosi in 10 differenti lingue. In tutto, 5.000 contatti e circa 10mila messaggi scambiati. Inoltre, quasi 24 milioni di contatti media raggiunti nei tre giorni della manifestazione, 138 giornalisti accreditati e 750.000 utenti unici entrati in contatto attraverso i canali social con il brand Sigep durante le giornate di apertura della piattaforma.

Le innovative Vision Plaza e Sigep Lab hanno ispirato i professionisti connessi da tutto il mondo con analisi di mercato – assieme ad esperti di settore, come quelli autorevoli e internazionali di NPD Group – e case history da un lato, e con gli approfondimenti su tecnologie e tecniche di preparazione dei prodotti dall’altro. 

Sigep Exp ha anche permesso di fare il punto sullo stato dell’arte e sull’evoluzione delle filiere di riferimento.

Il gelato artigianale conferma l’attitudine a incontrare l’esigenza dei consumatori di un alimento salutare e con ingredienti di eccellenza, sempre in continua sperimentazione, lanciato sul fronte internazionale e con la prospettiva di arrivare a vere e proprie collezioni di gusti stagionali. 

La pasticceria indica la necessità di formazione continua e affinamento culturale, per trovare posto nel sistema della ristorazione di alta fascia così come in quella dell’azienda di vicinato. 

La panificazione trasforma la tradizione ancestrale del lievito in contemporaneità, anche nei dolci da ricorrenza, in un connubio sui dolci e sulle centinaia di varianti regionali italiane del pane. 

Il caffè trova nelle nicchie delle specialty il nuovo canale di contatto con la clientela. Packaging, comunicazione, social media, canali di vendita, corrieri per il delivery, chiudono l’ecosistema dell’Horeca 4.0 delineato al Sigep Exp. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *