Dalle api, all’ambiente, alla scuola: il concorso si veste di solidarietà

L’iniziativa commerciale che sposa la solidarietà: è manifesta fin dal claim – Vinci e Aiuta– la doppia anima, competitiva e solidale, del nuovo concorso firmato Monini per il 2021, che coinvolge la sua intera gamma di extravergini. 

Da aprile e fino al 31 dicembre di quest’anno, acquistando una qualsiasi bottiglia di olio EVO Monini, sarà infatti possibile concorrere alla vincita immediata di una delle 39 gift card del valore massimo di 1.000 euro e partecipare al contempo all’estrazione di un premio “altruistico”: una donazione del valore di 5.000 euro a favore di un progetto di valenza sociale in campo ambientale, urbanistico ed educativo. 

Tre sono infatti le possibili destinazioni benefiche, in base al periodo di partecipazione al concorso: dal 9 aprile al 6 giugnosi potrà donare per un progetto di salvaguardia delle api; dal 7 luglio al 3 ottobre per la riqualificazione di un’area verde urbana; dal 4 ottobre al 31 dicembre, infine, per acquistare dell’attrezzatura sportiva a favore di una scuola. Il vincitore avrà la facoltà di scegliere autonomamente quale specifico progetto, spazio e scuola sostenere. L’azienda potràfornire un sostegno nella scelta e avrà comunque il compito di vigilare sulla sua correttezza e congruità. Sul fronte tutela delle api, ad esempio, Monini porta avanti da anni una collaborazione con LifeGate, che potrà supportare il vincitore qualora non fosse a conoscenza di iniziative specifiche da sostenere. La partnership tra l’azienda spoletina e LifeGate ha già permesso di adottare e tutelare 750 mila piccole “sentinelle” dell’ambiente. 

Monini con questa formula innovativa sceglie così di condividere con il proprio cliente una visione di futuro,invitandolo a mettersi in gioco in prima persona e a prendersi cura di un pezzo del mondo che lo circonda, sia esso l’ambiente o il tessuto urbano e sociale in cui siamo quotidianamente immersi. 

Un’opera di “responsabilizzazione” e di gratificazione solidale che parte dal cuore dell’azienda, che lo scorso anno, in occasione del suo Centenario, ha inaugurato un percorso all’insegna della sostenibilità attraverso un piano decennale da 25 milioni di euro di investimenti con progetti specifici che partono dalla terra e dalla salvaguardia dell’ambiente per arrivare all’educazione alimentare nelle scuole e alla promozione di un corretto stile di vita. “Perché il presente – spiegano Maria Flora e Zefferino Monini, terza generazione alla guida dell’impresa – ci impone una profonda riflessione: le nuove generazioni ci chiedono a gran voce di dare un contributo per rendere il mondo un posto migliore”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *