FIC e Cirio incoronano Lady Chef

La veneta Marianna Epure è Lady Chef 2021. E’ stata eletta nei giorni scorsi alla Scuola Tessieri di Ponsacco, in provincia di Pisa, dove si è svolta la finale della competizione alla quale hanno partecipato 19 candidate arrivate a questo appuntamento dopo le selezioni regionali. La sfida decisiva ha riguardato la categoria cucina calda con la preparazione di ‘main course’ che esaltassero il prodotto principe della cucina mediterranea, ossia il pomodoro, rappresentato da Cirio Alta Cucina. 

Secondo posto per Denise Massarenti (Toscana), terzo posto per Marianna Calderaro (Puglia).  

Menzione speciale per Flora Merucci (Abruzzo) alla quale è andato il Premio Cirio Alta Cucina – Migliore interpretazione del pomodoro grazie alla preparazione di un piatto (filetto di maiale arrosto con pane tostato al rosmarino, terrina di pomodori con farcia alla ventricina teramana, cremoso di patata turchesa, salsa di pomodori e peperone, cornetto, cipollotto aromatizzato allo zafferano) che unisce il pomodoro a prodotti tipici abruzzesi, capaci di valorizzare il territorio di origine della chef. 

“Abbiamo partecipato con grande entusiasmo a questa manifestazione. Nell’ottica di favorire la ripartenza del settore, siamo convinti dell’importanza di iniziative come questa che premiano l’impegno, la creatività e la tenacia delle professioniste della ristorazione” dichiara Silvia Galeazzi, marketing manager Cirio Alta Cucina

“La passione per la cucina – continua Silvia Galeazzi – è un’arte che Cirio custodisce e promuove sin dal 1856, un impegno condiviso con la Federazione Italiana Cuochi alla quale ci lega un consolidato rapporto. Per Cirio Alta Cucina ogni chef è un’artista che dà corpo e anima ai piatti, unendo creatività, qualità delle materie prime e grandi capacità”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *