Di Maio: da Cibus 2021 la ripartenza delle Fiere agroalimentari

La pandemia ha messo a dura prova il comparto agroalimentare che è l’emblema del Made in Italy nel mondo, ma ora possiamo guardare con soddisfazione al futuro e alle Fiere in presenza a partire da Cibus 2021”. Così Luigi di Maio alla presentazione dell’edizione 2021 di Cibus che si terrà in presenza a Parma dal 31 agosto al 3 settembre prossimi. 

Aprendo la conferenza di presentazione svoltasi a Roma presso la sede dell’Ice, il Ministro degli Esteri ha ricordato anche come il comparto agroalimentare sia andato bene anche durante il periodo pandemico  segnando nel 2021 un +1,7% di export. 

Di Maio ha quindi ricordato lo sforzo che la Farnesina e tutto il Governo hanno compiuto per sostenere la domanda estera e il sistema fieristico “che muove un giro di affari di oltre 60 miliardi di euro”. 

Misure importanti di sostegno sono state attuate da SIMEST e ora stiamo lavorando per render questi sostegni strutturali. In particolare nel 2020/2021 sono stati stanziati 57 milioni per sostenere, tramite ICE Agenzia il sistema fieristico”:

In particolare per Cibus 2021 – ha proseguito il ministro – la Farnesina ha stanziato più di un milione di euro, “grazie al quale Ice Agenzia, in collaborazione con Fiere di Parma, attuerà un programma di azioni strutturato e ambizioso: si va dal massiccio incoming di operatori e giornalisti fino alle visite ai siti produttivi, ai distributori, alle catene di ristorazione e alle realtà di maggior successo sia del territorio locale che dei principali distretti agro-alimentari italiani“.

Quella messa in campo, ha concluso il Ministro degli Esteri, è una strategia tesa “ad accompagnare il sistema fieristico italiano dopo la riapertura in presenza con campagne di comunicazione straordinaria dedicate alle Fiere e al loro indotto”

Dopo il ministro, che inaugurerà la 20esima edizione di Cibus il 31 agosto, sono intervenuti Ivano Vacondio, presidente di Federalimentare, Gino Gandolfi, presidente Fiere di Parma con l’Amministratore Delegato Antonio Cellie, e il Presidente di ICE Agenzia, Carlo Ferro.

Ferro ha presentato alcune delle novità dell’edizione 2021 messe in campo da ICE Agenzia, che sono Cibus Destination: una serie di itinerari mirati in varie regioni per presentare ai buyers internazionali alcune eccellenze alimentari italiane e lo StartUp Corner dove 22 nuove imprese presenteranno le loro proposte innovative dedicate al sistema agroalimentare.

Il presidente di Fiere di Parma, Gandolfi, ha presentato brevemente la 20esima edizione della manifestazione parmense. Tra l’altro sono già previsti circa 2000 espositori tra nazionali e esteri, e sono attesi, considerando i problemi alla mobilità delle persone ancora in parte presenti, sui 45/50mila visitatori. Novità importanti, infine, lo spazio per l’Horeca, la sezione dedicata alle birre artigianali e Cibus Off, una serie di eventi che coinvolgeranno la città di Parma nelle giornate di Fiera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *