Formazione europea per l’acquacoltura

IMPAQT ha lanciato una formazione online in formato MOOC, con esaurienti contenuti organizzati in 3 moduli, che copre argomenti quali le pratiche e le sfide IMTA, tra cui la valutazione della sostenibilità, la qualità e la sicurezza dei prodotti ittici, le politiche che influenzano l’acquacoltura dell’UE, e la piattaforma IMPAQT. Il corso MOOC è disponibile a partire dal 10 di maggio sulla piattaforma OpenLearnCreate della Open University e tutte le informazioni possono essere trovate sul sito web del progetto.

Finanziato dal programma europeo Horizon 2020 e coordinato dal Marine Institute (Irlanda), il progetto IMPAQT (Intelligent Management System for Multi-Trophic Aquaculture) riunisce 21 partner multidisciplinari provenienti da 12 paesi, con l’obiettivo di promuovere e sostenere l’eco-intensificazione dei sistemi di produzione in acquacoltura.

Questa formazione renderà accessibile la maggior parte dei risultati del progetto in un formato online comprensibile e dinamico, ed è rivolta a: produttori di acquacoltura, operatori e utenti finali, formatori di lavoratori degli utenti finali e degli intermediari, enti di controllo e responsabili delle politiche, e organizzazioni nazionali e pan-nazionali per lo sviluppo dell’acquacoltura.

Il team del progetto partecipa attivamente anche a eventi europei di acquacoltura, come Aquaculture Europe 2020 (12-15 aprile 2021), dove i risultati di IMPAQT sono stati presentati mediante webinar, presentazioni orali, cartellonistica e uno stand al e-Market aperto al pubblico. Inoltre, IMPAQT sta attivamente collaborando con altri progetti del programma H2020 dell’Unione Europea nel settore dell’economia blu e dell’acquacoltura, per instaurare nuove sinergie e ampliare la portata dei loro risultati.

Contemporaneamente, i partner stanno elaborando delle informative al fine di proporre l’inclusione dei risultati del progetto IMPAQT e il loro valore aggiunto, con lo scopo di migliorare la regolamentazione, la standardizzazione e la politica europea, in linea con la realizzazione di un’acquacoltura più sostenibile.

Nei prossimi mesi verrà pubblicato un manuale che illustra tutti i principali sviluppi e i processi correlati del progetto IMPAQT.

Un sistema di gestione intelligente per l’acquacoltura multi-trofica integrata (IMTA): un futuro sostenibile per l’acquacoltura

IMTA è un nuovo concetto in cui più specie, appartenenti a diversi livelli della catena alimentare (pesce, alghe, crostacei, ecc.) vengono allevate nello stesso luogo in modo integrato e complementare. La naturale capacità di queste specie di riciclare i nutrienti (o i rifiuti) presenti all’interno e intorno agli allevamenti ittici può aiutare gli allevatori a migliorare le prestazioni ambientali delle loro strutture, fornendo anche ulteriori vantaggi economici.

La grande ambizione di IMPAQT è quella di indicare un percorso per un cambio di paradigma nell’acquacoltura dell’UE, passando dai sistemi di produzione tradizionali (monocoltura) al sistema di produzione dell’acquacoltura multi-trofica integrata (IMTA)

Grazie all’implementazione di servizi ecosistemici e principi di economia circolare, i partner hanno sviluppato nuove tecnologie efficienti in termini di costi per il monitoraggio e la gestione IMTA, e modelli avanzati per realizzare la configurazione ottimale dei sistemi di acquacoltura integrati. Inoltre, l’efficienza del settore è potenziata da un sistema di gestione intelligente (IMS) che integra i dati raccolti da diverse fonti per generare un riscontro in tempo reale sulle attività.

Queste tecnologie sono in fase di collaudo e convalida presso 6 siti pilota; in Irlanda, Turchia, Paesi Bassi, Scozia e Cina. In questa fase, il team del progetto è impegnato nella messa a punto del sistema IMS e nel completamento dell’analisi di efficienza, sostenibilità e circolarità della produzione del sistema.

Ulteriori informazioni sono disponibili in diversi formati: schede informative, video e relazioni sull’innovazione all’interno del IMPAQT Knowledge Center (Centro didattico IMPAQT).

Questo progetto ha ricevuto finanziamenti dal programma di ricerca e innovazione Horizon 2020 dell’Unione Europea nell’ambito dell’accordo di sovvenzione n. 774109

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.