Augusto Contract realizza i due Poke House in Sicilia

Augusto Contract, primo foodservice general contractor in Italia, ha realizzato i primi due locali in Sicilia di Poke House, la catena specializzata nelle bowl hawaiane.

I due punti si trovano a Catania, all’interno del Centro Sicilia di proprietà di CBRE, e a Palermo, all’interno del centro commerciale Forum di proprietà di Multi Italy. Per entrambi i locali, Augusto Contract è stato general contractor, seguendo i cantieri dalla progettazione alle opere edili e impiantistiche, dall’arredamento alle attrezzature.

Siamo orgogliosi di essere stati scelti anche quest’anno da Poke House come general contractor nelle loro aperture in Sicilia – afferma Giacomo Racugno, CEO Augusto Contract. – “La nostra partnership è iniziata subito dopo la fine del primo lockdown lo scorso anno con la realizzazione dei due chioschi milanesi all’interno dei parchi Ravizza e Sempione, e in meno di un anno abbiamo realizzato per questo brand innovativo ben 10 locali”.

Particolare attenzione è stata richiesta per la realizzazione dell’impianto di refrigerazione, date le temperature alte che la zona raggiunge in estate, e per il posizionamento delle attrezzature in copertura, una necessità ‘salva spazio’, che ha però dovuto tener conto in fase di implementazione dell’azione degli agenti atmosferici e del vento.

Lo store di Catania si sviluppa su una superficie di oltre 100 metri quadri dove l’area destinata al servizio affaccia direttamente sulla food court del centro commerciale. “Particolarmente sfidante è stato realizzare un elemento che caratterizza l’intero locale: le velette costituite da un dogato in legno massello che sovrastano l’area banco e quella all’ingresso su cui è stata posizionata l’insegna” spiega Racugno.

Poke House a Palermo è invece un chiosco all’interno del nuovo ampliamento della food court del centro commerciale del capoluogo. La principale sfida è stata quella di progettare e realizzare un locale con vincoli di forma ben precisi: un triangolo con angoli smussati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *