Rinaldini lancia un nuovo franchising per le pasticcerie

È stata presentata ad HOST la nuova proposta franchising firmata Roberto Rinaldini: si chiama Tiffany e – oltre all’impronta di un Maestro 3 volte campione del mondo di gelateria e pasticceria, e dell’alta cucina italiana – ha alle spalle tutta la forza e la solidità del gruppo Rinaldini Pastry SpA.

Un format che porta aria di novità nell’ambito dell’offerta corner commerciali in punti strategici e di passaggio, dagli aeroporti alle stazioni, passando per villaggi shopping e altre prestigiose location:il concept è spiccatamente italiano e al passo coi tempi. Questo progetto si sviluppa infatti a seguito di un’attenta analisi di mercato della Rinaldini Pastry, da cui è emersa una crescente domanda di pubblico per il gelato – settore che ha peraltro un ampio grado di marginalità – soprattutto se artigianale e di alta qualità.

In questo progetto sono racchiusi tutti i punti di forza del brand Rinaldini Pastry: pasticceria italiana dal taglio contemporaneo, caratterizzata da un approccio e una qualità artigianali ma con la sicurezza alimentare derivante da un processo di lavorazione di ultimissima generazione. La Rinaldini Pastry si avvale infatti di un polo produttivo all’avanguardia, unicum a livello europeo, con sede a Cerasolo (RN).

Il format Tiffany nel dettaglio: offerta esclusiva e design di pregio

Tiffany è un format franchising chiavi in mano, riconoscibile e studiato nei minimi dettagli, con ottime performance stimate. Apertura e gestione sono facili e immediate, essendo seguite passo passo dalla Rinaldini Pastry, dagli spazi alle forniture (sia in fase di startup che successive), passando per la comunicazione al cliente e non solo.

Il colore dominante è l’azzurro Tiffany che, unito al fucsia – tratto distintivo e riconoscibile del brand Rinaldini – conferisce equilibrio ed armonia cromatica con un’impronta di originalità. Proprio da questa tinta, che racchiude un iconico mondo di sfumature emotive, nasce il nome del format.

La vetrina gelateria prevede una gestione molto semplice: il gelato – 16 gusti che variano con la stagionalità, di cui 4/6 vegan – viene fornito già pastorizzato a -20°C. È quindi necessaria solo la macchina per mantecare, con un doppio vantaggio: forte risparmio in termini di tempistiche di lavorazione e investimento in macchinari, oltre alla tutela della sicurezza alimentare. Il tutto, a beneficio anche di qualità, digeribilità del prodotto e garanzia di alte performance di gusto.

L’offerta dei prodotti Pastry à porter completa il format Tiffany, e non richiede alcuna lavorazione: referenze dolci e salate firmate Roberto Rinaldini, confezionate in elegante packaging dall’inconfondibile stile. Si va dai grandi lievitati che variano in base alle festività (panettoni, colombe), fino ai prodotti in cioccolato (ChocoColor, ossia la rivisitazione in chiave minimal e moderna del cremino all’italiana; ma anche bon bon, cremini, dragées, tavolette), senza dimenticare confetteria (gelatine di frutta, caramelle, confetture), creme spalmabili, barrette di frutta secca, snack salati, conserve salate, torte da viaggio e confezioni regalo.

La Rinaldini Pastry sta diventando un punto di riferimento dell’esperienza pastry&food a 360 gradi sia all’estero che in Italia, dove conta due punti vendita a Rimini, tre a Milano – di cui un corner in Rinascente – e uno a Roma.

Le opportunità di franchising targate Rinaldini sono diverse e adattabili a molteplici esigenze, dagli spazi più piccoli a quelli più strutturati. Silver, Gold, Tiffany, Gold Traveller sono le opzioni chiavi in mano per aprire corner e locali con un quid in più: moderne boutique d’arte culinaria, dove ogni singolo dettaglio è il risultato di un’attenta ricerca di gusto, presentazione, cura del cliente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *