Rinnovata la certificazione benessere animale di DalterFood

La sostenibilità della filiera è da sempre al centro degli interessi di DalterFood Group. L’azienda, come capogruppo della filiera del Parmigiano Reggiano ha infatti ottenuto, per il secondo anno consecutivo e unica nel comprensorio del Parmigiano Reggiano, la certificazione per il benessere animale. Si tratta di una certificazione volontaria di prodotto che attesta che il Parmigiano Reggiano della filiera DalterFood Group, in forme intere, grattugiato e porzionato, è ottenuto da allevamenti in possesso di attestazione sul benessere animale.

La certificazione, rilasciata da Certiquality, segue il protocollo CReNBA, il Centro di Referenza Nazionale per il Benessere Animale, un ente riconosciuto dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, che rappresenta il documento di riferimento in Italia su questo tema, in assenza di uno standard europeo sul benessere animale. Non solo: il Parmigiano Reggiano certificato CReNBA di DalterFood Group ha anche ottenuto la conformità allo standard UNI EN ISO 22005:2008 sulla Rintracciabilità nelle Filiere Agroalimentari. 

La certificazione CReNBA Benessere Animale, ben oltre la fase di raccolta del latte, coinvolge tutti gli attori della filiera di produzione del Parmigiano Reggiano, includendo i 40 allevamenti e i due caseifici dove il latte crudo viene lavorato e i magazzini di stagionatura dove il Parmigiano Reggiano Dop matura lentamente. La certificazione monitora inoltre la fase di taglio, la porzionatura e il confezionamento che si tengono presso lo stabilimento di Sant’Ilario d’Enza, nonché i magazzini di stoccaggio del prodotto finito dove attende di essere spedito in Italia e nel mondo.

L’ottenimento della certificazione si inserisce per DalterFood Group all’interno di numerosi investimenti nei confronti dell’ambiente e del contesto in cui il Parmigiano Reggiano viene prodotto. L’azienda, infatti, ha investito negli ultimi anni in una serie di azioni in ambito di sostenibilità, con l’obiettivo di ridurre il proprio impatto ambientale agendo sempre su tutta la filiera. Ha promosso e finanziato l’adozione di sistemi energetici rinnovabili, installato impianti d’avanguardia per la depurazione delle acque di scarico nei caseifici e, prima in Italia tra i produttori di formaggi duri, ha adottato imballaggi 100% riciclabili per diverse linee di prodotto.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *