Barilla potenzia lo stabilimento sughi di Rubbiano

Barilla investe 30 milioni di euro per potenziare lo stabilimento dei sughi di Rubbiano in provincia di Parma, già il più grande sughificio d’Europa. Il gruppo di Parma ha annunciato infatti, in una nota, che verrà allestita una nuova linea di produzione (dopo le due inaugurate nel 2012 e le successive due del 2018) che consentirà di aumentare la capacità globale produttiva di tutte le tipologie di pesto, incluso quello genovese. La nuova linea di produzione sarà attiva ad aprile 2023 e creerà le condizioni per aumentare l’occupazione nello stabilimento.
Inaugurato nel 2012 dall’allora presidente del Consiglio, Mario Monti, lo stabilimento di Rubbiano, dotato di una superficie totale coperta di circa 30.000 metri quadrati, nel biennio 2016-2018 è stato ampliato con un investimento di 50 milioni di euro che si sono sommati ai 40 del progetto inaugurale e hanno portato l’occupazione dalle 120 persone iniziali alle attuali 300. Nel mercato dei pesti e dei sughi pronti, Barilla è presente dal 1969 e oggi è leader in Italia e in Europa continentale, riscontrando negli ultimi anni una crescita a doppia cifra (specie per i pesti) sia in Italia sia all’estero. Particolarmente rilevante è la crescita nelle Americhe e in Europa, dove le vendite di sughi e salse seguono di pari passo quelle della pasta.

“Siamo particolarmente soddisfatti di poter fare questo annuncio – afferma Giovanni Palopoli, direttore Operation meal solution di Barilla – perché in linea con il nostro desiderio di continuare a investire nel sistema Paese Italia in un momento storico in cui tutti devono fare la loro parte per contribuire ad un’occasione unica di rilancio dell’economia nazionale. Rubbiano, anche grazie a questo ulteriore investimento, si conferma sempre più come il più grande e il più sostenibile impianto di produzione sughi d’Europa, puntando sulla qualità di prodotti, i pesti, che stanno vivendo una felice stagione sui mercati italiani e internazionali”.
I sughi Barilla prodotti a Rubbiano sono fatti con pomodoro e basilico di origine italiana (tutto il basilico fresco è 100% italiano, il 100% del pomodoro italiano proviene dalla Pianura Padana).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *