Filiera Italia: ok Governo contro pratiche sleali

“La lotta alle pratiche sleali è una priorità per tutto il sistema agroalimentare italiano. Per questo è fondamentale l’approvazione definitiva che il Consiglio dei Ministri ha dato sul testo del decreto legislativo che attua la direttiva europea in materia” così Luigi Scordamaglia, consigliere delegato di Filiera Italia, in merito alla decisione appena espressa dal CDM. Stop alle aste al doppio ribasso e pagamenti equi e in tempi certi, mai sotto i costi di produzione “Sono queste alcune delle importanti novità che la norma contiene – prosegue il consigliere – e che possono aiutare tutte le nostre filiere ad essere più trasparenti e competitive”. 

“Regole che arrivano al momento giusto – dice Scordamaglia – quando una parte meno lungimirante delle fasi a valle della filiera sta respingendo al mittente le legittime richieste di aumento delle fasi a monte, schiacciate da aumenti inarrestabili dei diversi fattori produttivi” E continua “Non si può diventare “paladini anti-inflazione” solo quando fa comodo”. 

Filiera Italia ringrazia il Presidente Draghi e il ministro Patuanelli per l’attenzione data ancora una volta al settore ed è già attiva per attuare la norma, proponendo in positivo i contratti di filiera come buona pratica commerciale. “Buon lavoro anche all’Icqrf – conclude Scordamaglia – che diventa autorità di controllo e da cui ci aspettiamo un vero salto di qualità su controllo e contrasto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *