Con Soplaya i migliori ingredienti dal produttore allo chef

Dal piccolo produttore allo chef con un’app. E’ questo il servizio che garantisce Soplaya, la compagnia di Udine che si occupa di interconnettere i produttori delle tante eccellenze agroalimentari italiane con i ristoranti. 

Ne abbiamo parlato con il Ceo Mauro Germani che abbiamo incontrato durante Cosmofood. 

“Con Soplaya portiamo direttamente negli smartphone degli chef oltre 10.000 prodotti tipici, artigianali, bio e slowfood, aiutandoli a ottenere autentiche specialità e con risparmi medi anche del 20% rispetto ai distributori tradizionali“.

L’app attualmente raggruppa un migliaio di produttori che operano soprattutto in Veneto e Friuli Venezia Giulia i cui prodotti arrivano a destinazione in 12-48 ore. I ristoranti serviti sono al momento circa 900. 

Diversi i vantaggi per i ristoranti. Dei costi contenuti abbiamo detto. Poi..

“Intanto non richiediamo un minimo d’ordine e questo permette di poter provare le offerte dei nostri produttori anche con piccoli quantitativi. Poi con noi si concentrano più fornitori in un unico ordine e di conseguenza sia le consegne che la fatturazione sono semplificate. Questo offre ai ristoratori la possibilità di avere una panoramica delle spese e delle fatture, che consente di fare decisioni più rapide sul food cost e riprendere il controllo sulla marginalità dei piatti”.

Particolari attenzioni prestate alla selezione dei prodotti

“Sì. Per questo abbiamo messo insieme una comunità di chef che seleziona i prodotti Dop e Igp  da inserire nel nostro catalogo. Inoltre  collaboriamo con Slow Food per i loro presidi”. 

L’app di Soplaya fornisce, infine, informazioni complete e dettagliate sui produttori, la loro storia e i metodi produttivi, in modo da poter raccontare con semplicità la filiera ai propri clienti tramite menù e camerieri, e un sistema di notifiche in tempo reale per ricordare quando ordinare, l’orario esatto di arrivo della merce e le promozioni riservate.

“L’app rappresenta un ulteriore passo verso la semplificazione e automatizzazione dell’esperienza d’ordine e d’acquisto di ristoratori e Chef. Contestualmente lavoriamo sulla logistica, con l’apertura di nuovi centri di smistamento (ad oggi ne abbiamo 2 in FriuliVenezia Giulia e Veneto), per poter offrire consegne tutti i giorni, in 12-48, senza minimo d’ordine, e affianchiamo alla nostra tecnologia un team di consulenti, principalmente chef e ristoratori, che guida i clienti nell’identificazione dei prodotti più adatti alla loro offerta e in linea con l’identità del locale e nel calcolo delle marginalità, Siamo sicuri che la tecnologia mobile sarà un tassello fondamentale per realizzare la nostra missione di rendere la filiera agroalimentare più efficiente, trasparente e sostenibile, nell’interesse di produttori e ristoratori”, conclude Germani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *