E’ di Barilla con “CAREBONARA” la migliore creatività dell’anno

E’ il più importante riconoscimento italiano per la creatività e la qualità nella comunicazione pubblicitaria: sono gli ADCI Awards, organizzati dall’Art Directors Club Italiano, l’Associazione che da 35 anni riunisce i migliori pubblicitari, creativi, designer, registi, e comunicatori del nostro paese. In poche parole gli ‘oscar italiani della pubblicità’ cui guardano con attenzione da tutto il mondo, vista la qualità e la partecipazione di aziende italiane e multinazionali. 

Quest’anno il Grand Prix è andato a Barilla con “Carebonara” un cortometraggio d’autore con nel cast Claudio Santamaria, realizzato in occasione del Carbonara Day che ripercorre la leggenda della nascita della celeberrima pasta. Barilla ha anche vinto altri 8 ori, 6 argenti e 1 bronzo nelle varie categorie nonchè il riconoscimento dei creativi italiani come “Cliente dell’Anno”.

Quest’anno è stata un’edizione da record – spiega il presidente dell’ADCI Vicky Gitto – con oltre 1000 progetti in concorso tutti di grandissimo spessore, il che è anche un formidabile indicatore di rinascita, fiducia e speranza di un’industria, quella della comunicazione, che tra l’altro cuba più del 2% del PIL italiano e occupa centinaia di migliaia di addetti, azzoppata l’anno scorso pesantemente dal Covid-19”.

I lavori sono passati al vaglio di una giuria di 120 esperti dell’Art Directors Club Italiano che hanno votato ed eletto la campagna dell’anno: ovvero il “Grand  Prix ADCI Awards”, quella no-profit e i premi riservate alle varie discipline della comunicazione: dalla radio, alla tv, digital, stampa fino alle PR. 

Standing ovation è stata per lo spot no-profit “The Hiring Chain” realizzato da due creativi italiani, Luca Pannese e Luca Lorenzini della società di comunicazione SMALL (che ha vinto anche il premio Agenzia dell’Anno), a beneficio di CoorDown, Coordinamento Nazionale Associazioni delle Persone con Sindrome di Down, un progetto, per di più musicato da Sting che è stato anche applaudito a livello internazionale.Tra gli Ori di categoria figurano poi marchi come Campari con il progetto “Fellini Forward” presentato anche alla Mostra del Cinema di Venezia e New York, Voiello con “La Scaramantica”, Ferrero col progetto “Ti Amo Italia” di Nutella, Juventus con la campagna contro il razzismo, “Numbers vs Numbers”, ma anche PlasmonUnieuro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *