Ue vieta biossido di titanio come additivo alimentare

La Commissione europea ha adottato definitivamente il divieto dell’uso del biossido di titanio come additivo alimentare, indicato sulle etichette come E171. Il divieto si applicherà in pieno dopo un periodo transitorio di sei mesi. Ciò significa che, a partire dalla prossima estate, l’additivo E171 non potrà più essere aggiunto ai prodotti e ingredienti alimentari. 
Il biossido di titanio viene utilizzato per conferire una colorazione bianca a molti alimenti, dai prodotti da forno, dolci e pasticceria, alle creme spalmabili per panini a zuppe, alle salse, ai condimenti per insalate e agli integratori alimentari. 
La proposta era basata su un parere scientifico dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) che ha concluso che l’E171 non poteva più essere considerato sicuro se utilizzato come additivo alimentare non potendosi escludere problemi di genotossicità. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.